Alimentazione del cane

 

alimentazione-del-cane

In questo articolo cercheremo di informarvi sull'alimentazione sana e corretta che il vostro amico a quattro zampe dovrebbe seguire. Queste sono informazioni generali valide per tutte le razze canine suddivise in tre categorie, taglia piccola, media, grande: pastore tedesco, maltese, corso, alano, bassotto, boxer, beagle, san Bernardo, chihuahua, carlino, dobermann, golden retriever, husky, jack russel, cavalier king, labrador, lagotto, pastore maremmano, pinscher, pechinese, setter inglese, pitbull, rottweiler, pastore abruzzese, shih tzu, terranova, volpino, yorkshire, eccetera.

Cosa serve nell’alimentazione del cane per farlo crescere in maniera sana fin da quando è un cucciolo? Indipendentemente dalla razza, sicuramente i carboidrati, le vitamine, le proteine, i grassi e i sali minerali che rappresentano tutto quello di cui ha bisogno prima per lo sviluppo e la crescita, poi per il mantenimento.

 

 

Tutto quello che serve per l’alimentazione del cane, la dieta equilibrata

croccantini-cane-cibo-proteine-carboidrati-grassi

In particolare i carboidrati e gli zuccheri nell’alimentazione del cane servono per dargli energia e regolare la flora batterica, mentre le proteine di origine animale sono ricche di amminoacidi essenziali, in quantità superiore rispetto a quelle di origine vegetale. Servono soprattutto per la crescita di muscoli, tendini, cartilagini, unghie, pelle e per la produzione di ormoni. Le proteine necessarie al cane si trovano in particolare nelle carni di pollo, manzo, coniglio, agnello, ma anche nelle uova e nel pesce.

Le vitamine invece sono importanti già nello sviluppo dei cuccioli e successivamente nella gravidanza e nell’allattamento. In particolare la vitamina A rinforza la vista, la capacità riproduttiva, la metabolizzazione delle proteine e la produzione di sebo, mentre la vitamina C rende più forte il sistema immunitario in caso di malattie infettive, la D regola la metabolizzazione di calcio e fosforo, la E migliora le difese immunitarie e protegge le membrane cellulari, la B1 aiuta il sistema nervoso, la B6 metabolizza gli amminoacidi e la B12 sintetizza le proteine oltre a produrre i globuli rossi.

 

 

L’alimentazione del cane dal primo anno di vita in poi

alimentazione-cucciolo-cane

Fino ai primi 30 giorni di vita, un cane ha bisogno necessariamente del latte materno perché risulta l’alimento più completo per la sua crescita e il passaggio dal latte ai cibi più solidi va fatto gradualmente anche perché fino a quando il cane non raggiunge la sua taglia definitiva deve rispettare una corretta alimentazione. Quindi fino all’età di sei mesi deve mangiare tre volte al giorno, con quantità moderare, mentre dai sei mesi a 1 anno si potrà passare a soli due pasti al giorno e la stessa regolarità andrò poi mantenuta da adulto.

Quanto alla nutrizione, per la salute del cane vanno bene sia i cibi secchi che quelli umidi. In commercio si trovano cibi secchi per tutte le età del cane, basta fare attenzione alle etichette: il cibo ‘Puppy’ è ideato per i cuccioli, quindi ricco di calcio, vitamine e proteine per garantire un corretto sviluppo muscolare, il cibo ‘Regular’ che va bene per i cani con un regime alimentare e un’attività fisica normale, il cibo ‘Premium’ che ha un maggiore contenuto proteico quindi adatto per cani con una attività fisica intensa (cane sportivo, cane da caccia, cane da guardia, cane segugio, ecc.) e per le cagne che allattano, e infine il cibo ‘Light’ a basso contenuto di calorie, i cani che fanno una vita molto sedentaria o per cane anziano.

 

Cosa deve mangiare e quanto mangia un cane ogni giorno?

alimentazione-cane-frutta-verdure

Ma che cosa e quanto deve mangiare un cane ogni giorno? Un cane adulto dovrebbe ingerire almeno 40 grammi cibo umido al giorno per ogni chilo del suo peso, dove per umido si intende circa il 40% di pasta o riso, il 40% di carne e il 20% di verdure. Se viene preparata in casa,  la carne dovrà essere cotta in padella o bollita mentre la pasta e il riso dovranno essere molto cotti, ben oltre il concetto di ‘al dente’ in modo da essere digeribile. Altrimenti si possono comprare scatolette e buste già preparate che nutrono bene lo stesso. Semaforo verde per la patata, ma bollita. Assolutamente indispensabili per il benessere del cane sono le verdure come carote, zucchine, cetrioli, fagiolini, broccoli. Indispensabile anche nella dieta canina porzioni giornaliere di frutta: mele, banane, anguria, pere, kiwi, arance, eccetera.

 

Cosa non deve mangiare il cane

Nel paragrafo precedenta abbiamo elecanto i nutrienti e i cibi che un cane può mangiare. Vediamo adesso cosa un cane non dovrebbe mangiare.

I veterinari consigliano anche di non dare mai al cane sughi, cibi fritti, legumi, patate, funghi, aglio, cavoli e cipolla, qualsiasi genere di dolci. Sconsigliato dare verdure che contengono acido ossalico come spinaci, bietole, cicorie e lattughe (o al massimo cercare di limitare le dosi). I peperoni, i pomodori e le melanzane sono anche sconsigliati in quanto difficili da digerire per i nostri amici a quattro zampe. Ricordiamo che le verdure cotte sono più facilmente digeribili e assimilabili dall'organismo. La frutta da evitare è quella che contiene molti zuccheri e semi velenosi che contengono piccole dosi di cianuro come l'uva e uvetta, le pesche, ciliege, albicocche e soprattutto l'avocado dannoso per cuore e polmoni.

 

Tabella nutrizionale giornaliera corretta per un cane:

cosa-puo-mangiare-il-cane

  • Cane di taglia piccola (massimo 4 chili): massimo 700 calorie giornaliere, distribuite con una scatoletta, dai 100 ai 200 grammi di cibo secco e dai 140 ai 220 grammi di cibo semisecco.
  • Cane di taglia media (9-22 chili): fino ad un massimo di 1400 calorie, con una scatoletta e mezza, dai 250 ai 450 grammi di cibo semisecco, dai 200 ai 400 grammi di cibo secco.
  • Cane di taglia grande (22-35 kg): fino ad un massimo di 1900 calorie, con 2 scatolette, dai 450 ai 640 grammi di cibo semisecco e dai 400 ai 500 grammi di cibo secco.