Le 5 proprietà della carne di maiale, benefici, controindicazioni, come cucinarla

 

carne-di-maiale

La carne di maiale viene spesso considerata una carne molto grassa e per questo bandita dalla dieta di tutti i giorni, in realtà è una valida alternativa alle carni di manzo essendo considerata a metà strada tra carne rossa e bianca.

Da un punto di vista nutrizionale la carne di maiale si può facilmente collocare tra le carni rosse ma in realtà esistono diversi tagli sani ed equilibrati che si possono ottenere e che la avvicinano a carni più magre come pollo e tacchino.

 

filetto-maiale-pepe-verde

Dunque possiamo affermare che non sempre la carne suina può essere definita grassa, dobbiamo soltanto a riconoscerne la classificazione delle varie parti per acquistare quelle più leggere e salutari ma anche gustose come la lonza, corrispondente al tratto della colonna vertebrale centrale, che è una parte magrissima che si può presta ad essere cucinata in diversi modi.

Quella del maiale è una carne ricchissima di proteine, contiene anche ferro altri minerali importantissimi per il nostro organismo, ecco quali sono le 5 proprietà della carne di maiale e i benefici che possiamo trarne con un consumo moderato di questo alimento, alimento che non deve mancare in una dieta equilibrata.

 

 

Le 5 proprietà della carne di maiale: i benefici

prosciutto-di-maiale-da-cuocere

La carne di maiale, per quanto venga considerata un alimento nocivo per il suo alto contenuto di grassi, se consumata senza eccessi e in base al taglio scelto, può apportare anche vantaggi al nostro organismo.

Ecco 5 proprietà della carne di maiale e i benefici ad esse collegati:

 

  1. E' ricca di collagene

La carne di suino è ricca di collagene, proteina utilissima per contrastare l'invecchiamento, dunque  possiamo affermare che tra i benefici di questo alimento vi è il suo potere di mantenere la pelle elastica, fa bene alla cute dunque anche ai capelli.

 

  1. E' ricca di vitamine e sali minerali

Questa carne è anche ricchissima in vitamine e sali minerali: nello specifico contiene un'alta percentuale di ferro, rame, zinco e selenio. Tra le vitamine contiene in particolare la B6 e la B2, inoltre essendo i sali minerali presenti ad alta biodisponibilità, soprattutto per la presenza di ferro la carne di maiale può apportare numerosi benefici a chi soffre di anemia.

 

  1. E' nutriente e ricca di proteine nobili

La carne suina è nutriente e ricchissima di proteine ad alto valore biologico, fondamentali per un'adeguata sintesi proteica, per una corretta coagulazione del sangue, per la protezione dalle infezioni. Dunque la carne di maiale apporta benefici a tutto il nostro corpo, al cuore, ai muscoli e alle nostre cellule.

 

  1. Previene le malattie cardiovascolari

Proprio per la sua alta concentrazione di sali minerali e vitamine la carne di maiale, se scelta accuratamente nei suoi tagli magri, può apportare benefici aiutando a prevenire le malattie cardiovascolari:in particolare la Vitamina B12 in esso contenuta svolge un ruolo fondamentale nel deposito dei grassi, inoltre supporta la funzionalità epatica.

 

  1. Rafforza il sistema immunitario

Per le sostanze presenti al suo interno la carne suina apporta benefici anche al sistema immunitario: essa contiene un'alta percentuale di selenio, che ha funzione antiossidante, ma soprattutto di zinco, un minerale fondamentale per la nostra salute che ci aiuta a difenderci dalle infezioni.

 

Carne di maiale: controindicazioni ed effetti indesiderati

carne-di-maiale-alla-griglia

Sebbene la carne di maiale apporti benefici al nostro organismo e sia ricca di sostanze importanti per la nostra salute, come avviene per tutti gli alimenti, un consumo eccessivo può avere controindicazioni.

In particolare, a seconda del taglio scelto, la carne suina può essere molto grassa e ricchissima di colesterolo: è il caso di parti come le viscere ad esempio il fegato, ma anche il cervello.

Per questo motivo un uso smoderato della carne di maiale dovrebbe essere evitato da chi è in sovrappeso, soffre di ipertensione o di colesterolo alto: in particolare gli insaccati sono ricchi di sale, dunque sarebbe bene prediligere le parti magre del maiale evitando i tagli grassi.

 

brasato-di-maiale

Un consumo eccessivo può portare effetti indesiderati come affaticamenti renali perché si verifica una produzione eccessiva di scarti azotati, ma bisogna prestare attenzione anche ad una eccessiva cottura di questo tipo di carne: la brace ad esempio andrebbe limitata in quanto è responsabile della produzione di sostanze cancerogene.

Inoltre se consumiamo in abbondanza insaccati dobbiamo tener presente che per il processo di raffinazione a cui sono sottoposti prosciutti, pancetta e salumi in generale, prevedono l'uso eccessivo di zuccheri, sali, nitrati e conservanti, che tra gli effetti collaterali possono creare anche emicrania e depressione.

Quindi come possiamo cucinare la carne di maiale senza creare danni per la salute? Ecco qualche consiglio su come prepararla.

 

 

Carne di maiale: come cucinarla

carne-di-maiale-ricette-cottura

Per cucinare la carne di maiale senza troppi danni per la nostra salute e conseguenze per la linea dovremmo evitare di cuocerla troppo ma soprattutto sarebbe opportuno optare per tagli magri, semplici da preparare, più digeribili e salutari.

La carne di maiale si può cucinare arrosto dopo averla aromatizzata con spezie come pepe, semi di finocchio, rosmarino e alloro per esaltarne il sapore. Per la griglia i tagli più adatti sono quelli delle braciole, le costolette e le salsicce, tagli saporiti ma anche molto grassi, mentre il petto del maiale e la spalla sono molto indicati per la preparazione del ragù. Per approfondire l'argomento carne di maiale alla griglia o al barbecue vi suggeriamo di spulciare il portale passionebbq.it.

La parte della coscia, insieme alla lonza e al filetto, risulta essere la più magra e si presta molto bene alla cottura alla griglia: anche in questo caso per insaporirla si può optare per una marinatura in frigorifero prima della cottura. Dopo tre o quattro ore si toglie e si lascia a temperatura ambiente per poi procedere ad arrostirla a temperatura ambiente.

Un altro modo di cucinare la carne di maiale è prepararla in salamoia, processo che consiste nel conservarla sotto sale, con aggiunta di timo e allora, in una pentola per almeno tre settimane. Prima del consumo andrà risciacquata accuratamente sotto l'acqua.

La carne suina si presta molto bene alla preparazione di spezzatini ed involtini, mentre l'arista, parte molto magra e saporita, viene solitamente preparata con il latte, che sarebbe la lonza brasata in bianco. Molto saporite anche le preparazioni di maiale con i funghi o il filetto di maiale al pepe verde.