Alimentazione sana

 

alimentazione-sana

Seguire un’alimentazione sana per uomo, donna e bambino non significa necessariamente mettersi a dieta magari per dimagrire, ma piuttosto mettere nel piatto la giusta qualità e varietà di alimenti in modo da assicurare al nostro copro tutte le proprietà nutrizionali che servono per il fabbisogno giornaliero e per non incorrere in problemi di salute.

 

 

Alimentazione sana, alcune regole da seguire

Per un’alimentazione sana e corretta ci sono regole scritte dalla medicina e altre dettate dal buon senso. Non esiste un solo alimento o un solo gruppo di alimenti in grado di fornire il corretto nutrimento sia agli adulti che ai bambini, ma è fondamentale mettere in tavola una varietà notevole di cibi perché ognuno ha caratteristiche utili per fare bene se utilizzato nel mondo giusto, a cominciare dalla frutta e dalla verdura, passando poi alle carni, al pesce, ai latticini e ai grassi come l’olio o il burro. Alcuni esperti hanno provato a suddividere in percentuale il fabbisogno di proteine, carboidrati e grassi. Ad esempio i sostenitori della "Dieta a piramide" suggeriscono un'alimentazione con il 50% di carboidrati, 30% di grassi e 20% di proteine. La "dieta a zona" invece prevede un 40% carboidrati e 30% di grassi e proteine.

Altro passaggio fondamentale se si vuole un’alimentazione sana è quello di mantenere la regolarità dei pasti e le giuste proporzioni. I pasti non vanno saltati, a cominciare dalla colazione essenziale perché rappresenta il primo della giornata, dà quell’energia e quelle proteine che servono per cominciare bene.

Inoltre non bisogna mai esagerare con le porzioni, anche quando non si segue una dieta: per la pasta o il riso, ad esempio, negli adulti mai andare oltre gli 80-100 grammi a testa, la stessa quantità di carne (anche se bianca), 150-200 grammi di pesce specie se azzurro, mentre frutta e verdura possono essere consumati in quantità. L’ideale però per la frutta sarebbe quello di piazzarla non alla fine del pranzo o della cena, ma se possibile nello spuntino di metà mattina o nella merenda del pomeriggio. Sia la frutta che la verdura sono ricche di vitamine come la C e la E, ma anche di componenti come flavonoidi, carotenoidi e fitoestrogeni che servono a mantenere più giovane e sano il corpo.

 

 

Come scoprire se l’alimentazione è sana

alimentazione-corretta

Per sapere se la nostra alimentazione è sana, al di là dei controlli che si possono programmare con medici specifici come i nutrizionisti, è sempre utile conoscere il proprio corpo e il peso ideale. Quindi bisogna salire sulla bilancia almeno un paio di volte alla settimana e torna utile anche misurare il proprio giro vita, oltre al rapporto tra peso e altezza (il cosiddetto IMC) che si ottiene dividendo il peso per il quadrato dell'altezza: se risulta minore di 25 il peso è giusto, fino a 30 c’è un peso in eccesso mentre oltre si parla di obesità.

Inoltre, anche nel caso di intolleranze alimentari come la celiachia per la quale ormai esistono moltissimi prodotti specifici, la base per un’alimentazione sana è nei cibi ricchi di carboidrati che si trovano nei derivati dei cereali, a cominciare dalla pasta e dal pane, ma anche legumi, frutta, verdura e zuccheri. Di carboidrati semplici sono ricchi lo zucchero da tavola, la frutta, i succhi di frutta, i dolci, le marmellate, il miele e gli sciroppi. L’alternativa è rappresentata da pane, pasta e altri cereali integrali che aumentano l’apporto di fibra.