Le 10 proprietà delle lenticchie, valori nutrizionali, controindicazioni, effetti collaterali

 

lenticchie-proprieta

Tutti conoscono le lenticchie, ma non tutti sono a conoscenza delle sue proprietà, degli effetti benefici in grado di apportare all'organismo umano e di quelli che sono gli eventuali effetti collaterali e quindi le controindicazioni ad esse legate. Per tale motivo, questo alimento deve assolutamente far parte di una dieta sana ed equilibrata.

Quando si parla di lenticchie si fa di preciso riferimento a dei legumi appartenenti alla famiglia delle Leguminose ed il cui nome deriva proprio dalla forma del legume. Una forma definita 'a lente'.

 

 

Lenticchie, varietà

lenticchie-varieta

Le lenticchie sono i semi che appartengono ad una pianta erbacea di media-grande dimensione in quanto l'altezza può raggiungere massimo i 70 cm. Le origini delle Lens Culinaris sono legate ai paesi dal clima temperato e da diversi secoli vengono coltivate anche in Italia.

A tal proposito è opportuno precisare che tra le lenticchie coltivate in Italia ve ne sono alcune varietà più gustose e più pregiate, ma in ogni caso sono tutte in possesso di quelle caratteristiche nutrizionali utili al benessere della nostra salute.

 

Quali sono le varietà di lenticchie coltivate in Italia? Tra le migliori vi troviamo:

  • la lenticchia verde di Altamura, detta anche “gigante”;

  • la lenticchia di Colfiorito;

  • la lenticchia di S. Stefano di Sessanio

  • la lenticchia di Villalba;

  • la lenticchia di Castelluccio di Norcia;

  • la lenticchia di Ustica;

  • la lenticchia di Mormanno;

  • la lenticchia di Onano;

  • la lenticchia rossa.

 

Valori nutrizionali delle lenticchie secche e lessate in scatola

lenticchie-valori-nutrizionali-calorie

Come affermato poc'anzi, nonostante esistano in natura diverse varietà di lenticchie queste hanno comunque i medesimi valori nutrizionali.

Ma esattamente quali sono tali i valori? È prima opportuno chiarire che in commercio esistono due forme diverse di lenticchie ovvero:

  • secche: queste vanno consumate in seguito ad una lessatura in acqua;

  • lessate in scatola e conservate in salamoia. Queste sono invece pronte all'uso.

 

Analizzando i valori nutrizionali è possibile affermare che in circa 100 grammi di lenticchie secche sono contenuti:

  • 51 g di carboidrati;

  • 1 g di grassi;

  •  23 g di proteine;

  •  291 kcal.

 

Per quanto riguarda invece i valori nutrizionali delle lenticchie lessate è opportuno precisare che queste sono meno caloriche rispetto a quelle secche. Queste contengono:

  • 5 grammi di proteine;

  • 1 grammo di grassi;

  • 11 grammi di carboidrati;

  • 82 kcal.

 

Se in questo momento vi state chiedendo come mai le lenticchie secche abbiano un apporto calorico superiore rispetto alle lenticchie lessate è opportuno precisare che tale differenza è dovuta al contenuto di acqua. Nei legumi freschi tale contenuto varia dal 60 al 90% del peso, invece in quelli secchi il contenuto di acqua è pari al 10-13%.

Come è possibile notare dall'analisi dei valori nutrizionali delle lenticchie, tali legumi sono particolarmente ricchi di proteine, ma vengono anche considerati una importante fonte di carboidrati. Le lenticchie sono inoltre ricche di sali minerali e soprattutto di potassio, ferro e magnesio. Esiste un piccolo segreto per favorire l'assorbimento del ferro e questo consiste nell'associare al piatto di legumi un pasto che sia una fonte di vitamina C fresca, ad esempio una porzione di verdura fresca che potrete condire aggiungendo del succo di limone.

 

È inoltre opportuno sottolineare che tra i componenti chimici più importanti che caratterizzano la lenticchia vi troviamo:

  • isoflavoni: considerati degli antiossidanti molto potenti;

  • tiamina: utile sia per favorire la memoria ma anche per favorire la concentrazione;

  • vitamina PP: considerata molto importante per mantenere equilibrato il metabolismo energetico e allo stesso tempo ridurre anche i livelli di trigliceridi nel sangue.

 

 

Le 10 proprietà e benefici delle lenticchie

lenticchie-rosse

Secondo la tradizione popolare le lenticchie vengono considerate il simbolo di fortuna e ricchezza. Ma, cosa più importante, alle lenticchie sono legati importanti proprietà in grado di apportare al nostro organismo anche notevoli benefici.

 

Queste sono:

  1. proprietà lassative: tale proprietà è resa possibile dalla presenza di fibre insolubili. È per tale motivo che le lenticchie vengono considerate utili soprattutto in caso di stitichezza. L'ideale sarebbe assumerne circa 30-50 grammi a porzione. Se l'obiettivo è quello di ottenere un immediato effetto lassativo allora è consigliato bollire tali legumi e bere un po' dell'acqua aggiungendo sale e olio di oliva;

  2. proprietà antiossidanti: a conferire alle lenticchie tale proprietà è la presenza degli isoflavoni. Tra le diverse varietà quelle con maggiore potere antiossidante sono le lenticchie rosse acquistabili già decorticate e quindi considerate anche più veloci da cuocere;

  3. aiutano a dimagrire: le lenticchie, in generale, e soprattutto quelle rosse contengono pochi grassi e sono adatte per chi segue diete dimagranti. Le lenticchie sono dunque adatte per chi segue una dieta ipocalorica ed inoltre sono ricche di proteine vegetali e di fibre;

  4. sono facilmente digeribili: non fermentano all'interno dello nell'intestino e quindi non causano nemmeno il gonfiore addominale;

  5. aiutano in caso di ipertensione: a renderlo possibile è il potassio il quale è in grado di tenere sotto controllo la pressione arteriosa; 

  6. abbassano il colesterolo: in quanto ricche di fibre e di Omega 3, tali legumi aiutano ad abbassare il livello di colesterolo nel sangue e a prevenire la comparsa di malattie cardiache;

  7. utili in soggetti che soffrono di diabete: questo perché aiutano a stabilizzare i livelli di zucchero;

  8. utili in caso di anemia: tale effetto benefico è dovuto alla presenza del ferro il quale a sua volta aiuta ad aumentare la produzione di globuli rossi;

  9. utili per le donne in gravidanza: le lenticchie sono ricche di importanti nutrienti e oltre all'acido folico contengono anche sali minerali. Questi aiutano il feto a crescere in maniera sana e quindi a prevenire eventuali malformazioni;

  10. adatte ai celiaci: in quanto non contengono glutine.

 

In generale è possibile dire che le lenticchie contengono pochi grassi nonostante vengano considerate un alimento calorico. Le lenticchie sono inoltre in grado di apportare benefici anche per la bellezza dell'uomo. Infatti grazie alle proprietà antiossidanti si rivelano utili per contrastare la comparsa delle rughe mentre invece grazie al loro alto livello proteico sono utili per rendere il capello molto forte e sano. È però opportuno sottolineare che non sempre è così, ad esempio in caso di alopecia androgenetica l'unica soluzione per capelli forti e sani è quella di sottoporsi ad un trapianto oppure alla tecnica di micropigmentazione. La presenza del ferro contribuisce invece a rendere le unghie particolarmente forti e sane. Infine, secondo quanto emerso da studi e ricerche sembrerebbe che le lenticchie siano utili anche nella prevenzione del cancro al colon.

 

 

Controindicazioni ed effetti collaterali

lenticchie-effetti-collaterali-controindicazioni

Nonostante le molteplici proprietà benefiche e di conseguenza quindi i benefici che le lenticchie sono in grado di apportare al nostro organismo è importante precisare che sono presenti anche alcune controindicazioni, dunque anche degli effetti collaterali.

 

Nello specifico:

  • rischio di calcoli renali: secondo quanto emerso da recenti studi le lenticchie non sembrerebbero essere indicate per tutte quelle persone che soffrono di calcoli renali. Questo perché tali legumi contengono elevate concentrazioni di ossalati, e proprio questi sono considerati responsabili della formazione dei calcoli renali;

  • flatulenza e gonfiore: questi sono alcuni effetti collaterali legati al consumo di legumi. Tale reazione è causata dalla presenza di oligosaccaridi della fibra. Questi infatti fermentano all'interno dell'intestino e di conseguenza causano la formazione di gas.

 

In generale è possibile dire che le lenticchie non sono indicate per tutte quelle persone che soffrono di colite o di irregolarità intestinale in quanto la parte esterna di tale legume è composta da fibre insolubili e anche poco digeribili. Tali fibre potrebbero dunque irritare le pareti dell'intestino. Inoltre le lenticchie non sono indicate in caso di uricemia, gotta e ulcera.